Digi Blog

Il blog di educazione digitale e videoludica

Sfondo Sito B .png

Impara, gioca, crea

Accompagno i giovani alla scoperta del mondo digitale
  • Digitalmente

Guida a Raspberry Pi 4: Introduzione

Aggiornato il: giu 17

In questo articolo ti aiuto a muovere i primi passi nel mondo Raspberry, raccontandoti qualche aneddoto e curiosità sulla storia di Raspberry e sui prodotti più diffusi. Buona lettura!




Esistono computer così piccoli da poter essere tenuti sul palmo di una mano. Pesano meno di 100 grammi e sono perfetti per il normale uso quotidiano come vedere video, leggere le email o programmare. Il loro nome tecnico è single board computer e tra i modelli più famosi c'è Raspberry Pi. In questo articolo troverai:


  1. Come è nato Raspberry Pi e brevi cenni alla storia di Raspberry Pi Foundation

  2. Quali sono i modelli in commercio e quali scopi di utilizzo

  3. Per iniziare: le risorse ufficiali online




Raspberry, un piccolo computer per tutti

Raspberry nacque nel Regno Unito nel 2011 ma venne reso pubblico attraverso una presentazione dedicata al grande pubblico l'anno successivo, esattamente il 29 Febbraio del 2012. Sviluppata dalla Raspberry Pi Foundation, ha avuto origine nel Galles, una delle quattro nazioni che costituiscono il Regno Unito ed è prodotta all'interno del dipartimento tecnologico di Sony, il Sony UK Technology Centre, situato a Pencoed.


Raspberry Pi Foundation e i primi anni 2000 a Cambridge


Il progetto di realizzare un piccolo computer tascabile, economico e facilmente accessibile venne ideato inizialmente da un collettivo di informatici, programmatori e appassionati già nei primi anni del 2000, appartenenti agli ambienti universitari di Cambridge. Eben Upton, Rob Mullins, Jack Lang e Alan Mycroft, questi i nomi dei 4 padri fondatori di Raspberry, vollero impegnarsi in questo progetto per promuovere e aumentare l'adesione ai corsi di informatica universitaria tra i giovani studenti. A determinare il problema, secondo gli stessi autori, vi era la tendenza, diffusa in particolare tra i più giovani ad approcciare l'informatica attraverso sistemi operativi chiusi, altamente specializzati e fin troppo costosi.


Un piccolo dispositivo Open Source

Fu per questo motivo che Raspberry Pi venne pensata come un dispositivo open source, sia da lato hardware (eh si, Raspberry viene venduta spesso senza nemmeno il case così ogni possessore può metterci le mani e vedere come è fatta!) che dal lato software, grazie all'installazione di sistemi operativi gratuiti. Per la progettazione iniziale vennero scelti i componenti prodotti da una azienda già leader nel settore informatico, la Broadcom, che Eben Upton conosceva molto bene in quanto collaboratore. Oggi Raspberry Pi Foundation, a quasi 10 anni dalla sua nascita, contribuisce in tutto il mondo allo sviluppo delle competenze informatiche nei giovani di ogni età e di ogni livello di istruzione, con programmi di beneficenza attivi nel Regno Unito e nei paesi meno sviluppati del mondo




Quali sono i modelli in commercio?

I primi modelli di Raspberry Pi vennero prodotti e commercializzati a partire dal 2012 in diversi formati, diventati nel tempo i modelli di riferimento anche negli anni successivi. Ad oggi (Aprile 2020) si sono succedute 4 generazioni di prodotti Raspberry Pi, ognuna suddivisa in specifici standard di realizzazione (Model A, A+, B, B+, Zero e Zero W)


2012 - 2014 - Prima generazione di modelli Raspberry PI

  1. Raspberry Pi 1 Model A+ (uscito nel Novembre 2014)

  2. Raspberry Pi 1 Model A (uscito nel Febbraio 2013)

  3. Raspberry Pi 1 Model B (uscito ad Aprile 2012)

  4. Raspberry Pi 1 Model B+ (uscito a Luglio 2014)


2015 - Seconda generazione di modelli Raspberry Pi

  1. Raspberry Pi 2 Model B (uscito a Febbraio 2015)

  2. Raspberry Pi Zero (uscito a Novembre 2015)


2016 - 2018 Terza generazione di modelli Raspberry Pi

  1. Raspberry Pi 3 Model B (uscito a Febbraio 2016)

  2. Raspberry Pi 3 Model B+ (uscito a Marzo 2018)

  3. Raspberry Pi 3 Model A+ (uscito a Novembre 2018)

  4. Raspberry Pi Zero W (uscito a Febbraio 2017)


2019 Quarta generazione di modelli Raspberry Pi

  1. Raspberry Pi 4 Model B (uscito a Giugno 2019)




Quali sistemi operativi possono essere installati?

I sistemi operativi a disposizione per gli appassionati di Raspberry sono davvero tanti e catalogarli tutti può rappresentare una difficile impresa. Difatti Raspberry Pi nasce come un dispositivo aperto e trasversale, ossia adatto a differenti usi. Negli corso degli anni le comunità di programmatori che si sono impegnate a sviluppare nuovi sistemi operativi open source basati su Linux sono davvero numerose.


Ogni sistema operativo risponde ad una esigenza di utilizzo degli utilizzatori, dall'ambito produttività e ufficio sino al retro gaming. Di seguito una lista degli O.S. più famosi e supportati:


> Raspbian

E' il sistema operativo già installato sui modelli Raspberry in commercio e si basa sul sistema operativo Linux, in una delle sue distribuzioni più famose, il Debian. Venne sviluppato nella prima versione nel 2012 da Mike Thompson e Peter Green e continua ad essere aggiornato con costanza. Può contare su numerosi software dedicati che ne aumentano le possibilità di utilizzo, accessibili dal repository, il catalogo interno di software liberamente scaricabili


> RetroPie

E' il Sistema Operativo originato da Raspbian ma ottimizzato per l'ambito gaming, capace di trasformare il piccolo Raspberry in una console da gaming e retrogaming. E' costituito da diversi software come EmulationStation, RetroArch, Kodi che permettono di utilizzare i numerosi emulatori a disposizione (ossia software capaci di emulare le vecchie console gaming o i cabinati delle sale giochi) e di espandere le funzionalità del computer anche in ambito di intrattenimento domestico per riprodurre film e musica.






Le risorse digitali per usare Raspberry al meglio

Il sito ufficiale di Raspberry Foundation offre svariate risorse digitali per imparare ad utilizzare RaspberryPi. Altrettante, se non di più, le potrai trovare disperse nella rete, tra siti di appassionati e gruppi di smanettoni. DI seguito troverai un elenco di guide, libri e siti che che potranno aiutarti a muovere in primi passi:


> MagPI

E' la rivista ufficiale di RaspberryPi Foundation dal 2015, scritta in lingua inglese e tradotta anche in lingua italiana dalla Community del sito Raspberryitaly. Si occupa principalmente di temi riguardanti la domotica, la robotica, l'intelligenza artificiale, la stampa 3D e il gaming. Ogni numero è costituito da articoli, progetti pratici e tutorial di approfondimento. La rivista è gratuita, accessibile via internet in formato pdf, con pubblicazione mensile.




Scarica l'ultimo numero della rivista in lingua Inglese da MagPi Official Site o Italiano dal RaspberryItaly



> Libri - Ebook

Oltre alla rivista ufficiale MagPi esistono diversi libri in commercio tra trattano Raspberry, alcuni indicati per i professionisti e progetti complessi, altri adatti invece per chi sta iniziando da zero. Potrai accedere a risorse in lingua italiana o inglese, a pagamento o gratuite. Ecco una selezione guide più interessanti con i relativi link di acquisto cartaceo o digitale:


Raspberry Pi: Guida al computer più compatto del mondo (Guida completa)

Sintesi: Questo manuale in italiano, accompagna alla scoperta e all'utilizzo di Raspberry Pi in applicazioni didattiche, hobbistiche e ludiche. La trattazione dei temi più complessi – tra cui le basi indispensabili dell'elettronica e della programmazione – è resa più semplice grazie a diagrammi, esempi e immagini. Di Pietro Calderan, edito da Apogeo


Il manuale del Maker domestico: Progetti di domotica DIY con Arduino, Raspberry Pi e Windows 10 IoT

Sintesi: Il mondo del DIY offre innumerevoli possibilità a hobbisti e maker desiderosi di trasformare la propria casa in una smart house. Windows 10 IoT, Arduino, Raspberry Pi sono la base da cui partire per dare spazio all'immaginazione e lavorare con l'elettronica e il software che permettono di controllare un vasto numero di periferiche e gadget.Di Pietro Calderan, edito da Apogeo



Vuoi conoscere altre risorse cartacee e digitali per imparare ad utilizzare RaspberryPi e creare i tuoi primi progetti DIY? Allora continua la lettura sul nostro articolo: I 5 libri più utili per conoscere Raspberry



Se ti è piaciuto l'articolo e lo hai trovato interessante puoi contribuire alla crescita del nostro BLOG! :-) Ecco come fare:


  • Accedi alla nostra Pagina Facebook, condividi i nostri contenuti e metti un Like

  • Accedi al nostro Canale Youtube, condividi i nostri video, metti un Like e seguici



Keyword articolo:

#raspberryPi #raspberrypifoundation #coding #magpi #raspbian #retropie

23 visualizzazioni